INFO e PRENOTAZIONI 081 40 55 53 google plus - michele del guercio linkedin - michele del guercio you tube - michele del guercio
Prof. Michele del Guercio
Specialista in Angiologia
Libero professionista Angiologo, tra i primi esperti in Italia nel trattamento endo-vascolare con schiuma sclerosante delle Emorroidi, delle Varici degli arti inferiori e Diagnostica Vascolare. [...]

LINFEDEMA

MALATTIE VENOSE E LINFATICHE E TROMBOSI VENOSE
Cos'è il Linfedema

Il Linfedema è una malattia spesso idiopatica, a carattere familiare, caratterizzata da una ipogenesia delle principali stazioni linfatiche del corpo. (foto 1, 2)

a sinistra: Linfedema monolaterale IV grado, a destra: Linfedema bilaterale di IV grado

I linfedemi idiopatici

I linfedemi idiopatici vengono anche spesso definiti primitivi, e rappresentando circa la metà degli edemi di origine linfatica.

I linfedemi idiopatici si possono presentare:

- alla nascita (S. di Milroy)
- nella seconda decade di vita ( linfedemi precoci)
- nella terza decade di vita ( linfedemi tardivi).

I linfedemi precoci e tardivi sono scatenati da:

- cause traumatiche
- eventi infettivi
- microtraumi cutanei
- puntura d’insetto.

L’altra metà dei linfedemi risulta così suddiviso:

- il 30% da un’ origine parassitaria;
- mentre il restante 20% post-chirurgici ed insorgenti in seguito ad interventi chirurgici demolitivi radicali (spesso per CA mammario).

Nell’esame obiettivo locale è indispensabile individuare:

- la sede e l’estensione dell’edema
- il colorito
- la consistenza
- il termotatto
- la dolenzia
- la circonferenza degli arti a confronto, rilevata a più livelli
- il segno di Stemmer.

I linfedemi vengono classificati in V stadi e sono studiati con:

1. Eco-color-doppler
2. Linfoscintigrafia
3. TAC
4. Ecografia ad alta risoluzione
5. Linfografia
6. Laser-Doppler
7. Microlinfografia
8. Esame bioptico.

Tutti i diritti riservati. Copyright® 2013 Prof. Michele del Guercio | mail info@micheledelguercio.com | web design ADF Comunicazione